NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

... Siate diversi!

06 Febbraio 2017

Come possiamo distinguerci in un mondo in cui la diversità è guardata sempre con occhio critico?

Smettiamola di essere parte del gregge, buttiamoci a capofitto nelle sfide e proviamo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.

 

Paura di cadere? Può capitare, ma bisogna essere in grado di rialzarsi e di riprovarci con ancora più grinta.

 

Siamo in un’epoca in cui non esiste una via di mezzo: c’è chi ha troppo e chi troppo poco; inoltre chi ha a disposizione tanto, non ne ha mai abbastanza e vuole sempre di più. Quindi, come possiamo pretendere di essere davvero soddisfatti di ciò che possediamo se non ci basta mai?

Per quanto siamo NOI in primis ad essere diventati insaziabili, sicuramente non siamo aiutati da ciò che ci circonda: il marketing per mezzo di pubblicità, volantini, spot televisivi e, più in generale, attraverso tutto il mondo di internet, ci continua a bombardare e ad incuriosire con prodotti nuovi che fino a qualche tempo prima, non pensavamo nemmeno ci potessero servire!

 

Il mercato stesso ormai non ci offre più solo quello di cui abbiamo bisogno, ma piuttosto ci pone davanti quello che, in realtà, desideriamo e la cosa peggiore, è che non sempre ce ne rendiamo conto.

 

Seth Godin nel suo libro “La mucca viola” sottolinea con esattezza questo concetto e dimostra qual è il modo più corretto per affrontare il mercato e la sua continua innovazione: bisogna differenziarsi dalla massa di prodotti che vediamo ogni giorno, approcciandosi invece a tutto ciò che sorprende: questa è l’Arte dello Straordinario.

Da qui il titolo scelto dallo studioso: una mucca viola incuriosisce e attira maggiormente l’attenzione rispetto alla solita dal manto marrone. Non è detto però che attiri l’attenzione di tutti; difatti, allo stesso modo nel Mercato odierno, non è necessario convincere un numero elevato di consumatori perché spesso basta una nicchia per sfondare: i cosiddetti “pochi ma buoni”. È proprio questo che fa la differenza.

 

Quello che tutti dovrebbero fare è puntare costantemente al limite delle proprie capacità… e rischiare! Dopotutto è questa la modalità di lavoro delle più grandi aziende presenti a livello internazionale. In verità, questo sarebbe un discorso da allargare anche a tutti gli ambiti della propria vita perché ogni volta che rinunciamo in partenza e non rischiamo, falliamo (vedi: Il vostro peggior insuccesso).

In qualsiasi ambito lavorativo, è importante essere consci del Mercato relativo al proprio settore di competenze ; bisogna restare aggiornati, essere a conoscenza dei propri competitor e avere sempre una costante curiosità che, unita alla giusta dose di creatività, rende il proprio lavoro ancora più proficuo. Se questo non basta, bisogna guardarsi intorno cercando percorsi che possano aiutare a crescere sotto questo aspetto e che permettano di farsi un’idea più specifica di come e di quanto il Mercato del Lavoro, sia in costante trasformazione. Negli ultimi anni questo cambiamento è diventato sempre più rapido ed innovativo, quindi non restare aggiornati, può condizionare il proprio operato, rendendo difficile tornare al passo coi tempi.

 

La paura non è certo da condannare ma se ci lasciamo ogni volta condizionare dal rischio e dal timore che ne deriva, resteremo sempre chiusi all’interno del guscio che ci circonda e non saremo mai in grado di capire in cosa eccelliamo o fino a che punto possiamo spingerci; d’altra parte i più grandi nomi della storia dell’umanità sono riusciti ad arrivare alle loro scoperte dopo fallimenti e tante fatiche.

Non per altro le aule dove teniamo i nostri corsi di formazione portano i nomi di grandi uomini che hanno faticato, non poco, a raggiungere i loro obiettivi: Isaac Newton, Albert Einstein e Thomas Edison (www.mmgr.it).

Per concludere, sentitevi fortunati ad agire in modo diverso dalla massa!

 

All’inizio potrà sembrare più dura di quanto non sia in realtà, ma solo prendendo la vita nel verso giusto (o forse è meglio dire nel verso opposto, proprio per distinguervi!) si otterranno soddisfazioni tali da cambiare il mondo… se non proprio tutto, il Vostro sicuramente.

 

Autore: Francesca Acetti

Segue la ricerca e selezione di profili in ambito Retail, progetti di Mystery Shopping; attualmente è Junior Consultant in MM GROUP.

Lascia il tuo commento

Registrati per commentare gli articoli più velocemente

Top